HIVforum.info

HIV e AIDS INFO e aiuto sulla sieropositività: si discute di HIV e AIDS, dei problemi della sieropositività, di farmaci e ricerca scientifica.
               
                   Facebook                   Twitter                
            
Oggi è lunedì 22 ottobre 2018, 3:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 161 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15 ... 17  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 3 novembre 2017, 6:51 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6354


Immagine L'anno scorso è stata pubblicata su Current Opinion in HIV and AIDS una review a firma Javier Martinez-Picado e Steven Deeks, che mi pare di avere già segnalato nelle *letture*, ma che è un utile punto di partenza e soprattutto riporta in bibliografia tutti i principali articoli necessari a capire bene il problema: Persistent HIV-1 replication during antiretroviral therapy.

    Immagine

    Immagine


Immagine Sempre su Current Opinion sono appena uscite due review sul microbioma:



Immagine È appena stato pubblicato su Retrovirology uno studio canadese (che porta, fra le altre, anche la firma di Mark Wainberg, che purtroppo non è riuscito a veder uscire l'articolo), in cui si indaga il ruolo che una imperfetta penetrazione della ART nel cervello può avere nella persistenza virale - Reduced antiretroviral drug efficacy and concentration in HIV-infected microglia contributes to viral persistence in brain. È un articolo di ricerca, quindi più difficile di una review, ma dubito di trovare il tempo di dedicargli un post tutto suo, così lo segnalo qui - per chi lo vuole.


Immagine Per concludere, un altro lavoro canadese pubblicato pochi giorni fa sul Journal of Virus Eradication studia il rapporto fra rischi e benefici delle biopsie intestinali nei trial sulla cura - The evaluation of risk-benefit ratio for gut tissue sampling in HIV cure research. Mi pare utile affrontare la questione, dal momento che spesso qui parliamo di etica delle interruzioni terapeutiche nelle ricerche sulla cura, ma in questo tipo di studi anche le biopsie all'intestino sono pratica diffusa e non sono un intervento esente da rischi.



Buona lettura e buon weekend!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 10 novembre 2017, 7:26 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6354
    10 novembre 2017

    Qualche giorno fa, mi sono imbattuta in un articolo della University of Wisconsin-Madison sul rapporto CD4/CD8 e ho pensato di dedicare qualche lettura sparsa a qualche marker nell'infezione da HIV:


Immagine Cominciamo prima dalle basi con un Q&A su i-base e con le risposte di Simon Collins: What is a normal CD4 count, CD4% and CD4:CD8 ratio?

    Immagine
    Immagine

Immagine L'articolo che ha ispirato le *letture* di questa settimana è uscito su PLoS PATHOGENS a firma Joseph McBride e Rob Striker: Imbalance in the game of T cells: What can the CD4/CD8 T-cell ratio tell us about HIV and health?

Sugli Insight del Journal of Clinical Investigation, invece, è uscito a metà ottobre un lavoro della University of Miami Miller School of Medicine dedicato alla necessità di ripensare a quel che sappiamo dell'attivazione immunitaria nelle persone stabilmente in terapia antiretrovirale che stanno invecchiando: Reevaluation of immune activation in the era of cART and an aging HIV-infected population.

È uscita l'anno scorso sul Journal of Infectious Diseases e ne abbiamo parlato a lungo nel post ACCHIAPPA LA TALPA! Aggiornamento sugli interventi clinici contro l'attivazione immunitaria/infiammazione e sui marker contro i quali tentare interventi terapeutici una review molto importante di Peter Hunt e colleghi della University of California, San Francisco, dedicata a Immunologic Biomarkers, Morbidity, and Mortality in Treated HIV Infection. Ora è stata messa a disposizione di tutti, quindi credo valga la pena di vederla.

Una review sistematica sui marker infiammatori relativi ai problemi cardiovascolari è uscita l'anno scorso su PLoS ONE curata da ricercatori dello University Medical Center di Utrecht: Pro-Inflammatory Markers in Relation to Cardiovascular Disease in HIV Infection. A Systematic Review.

E, per finire, Bruce Brew ha pubblicato qualche mese fa su F1000Research 2017 una review dedicata ai problemi neurocognitivi nella malattia da HIV in cui ampio spazio è dedicato ai marker: HIV-associated neurocognitive disorders: recent advances in pathogenesis, biomarkers, and treatment.


Immagine PLOS Medicine ha dato inizio questa settimana a uno Special Issue on Advances in HIV Prevention, Treatment and Cure curato da tre guest editors d'eccezione: Linda-Gail Bekker, Steven Deeks e Sharon Lewin. Vedremo nelle prossime settimane che cosa d'altro pubblicheranno, ma già da adesso ci sono due articoli di ricerca molto interessanti:

    - in Impact of early cART on HIV blood and semen compartments at the time of primary infection i ricercatori dell'ANRS OPTIPRIM study group hanno indagato il DNA virale totale associato ai CD4 nel sangue e nello sperma di 19 persone che hanno iniziato la ART precocemente, 8 addirittura in fase acuta;

    - e poi abbiamo uno studio osservazionale di Timothy Henrich, Steve Deeks insieme a (quasi) tutti i più gran nomi della ricerca di una cura negli Stati Uniti, in cui sono descritti con molti dettagli gli studi fatti su due persone che partecipavano a un trial sulla PrEP, ma hanno iniziato a prendere il Truvada senza sapere di essersi infettate. Hanno così iniziato la ART prestissimo, letteralmente a pochi giorni dal contagio, quando la viremia era già rilevabile, ma gli anticorpi ancora non si erano formati. Uno ha anche in seguito fatto un'interruzione terapeutica, rimanendo aviremico per 7 mesi, molto di più della media dei tempi di rebound che è 14 giorni. Henrich e colleghi hanno studiato le caratteristiche e la distribuzione dei reservoir per un periodo di ben due anni: HIV-1 persistence following extremely early initiation of antiretroviral therapy (ART) during acute HIV-1 infection: An observational study.

    Immagine


Immagine Concludiamo con due cose molto meno impegnative:




Buona lettura e buon weekend!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2017, 7:45 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6354
Non è una lettura infrasettimanale, solo un aggiornamento del post del 20 ottobre scorso.

Dora ha scritto:
    20 ottobre 2017

    Le letture di questa settimana sono dedicate all'Australia:


[...] Immagine Dove invece l'Australia arranca dietro a noi è nella questione del matrimonio fra persone dello stesso sesso. Sta vivendo una sorta di doloroso psicodramma, per molti versi paragonabile a quello che vivemmo noi fino all'approvazione della Legge 20 maggio 2016, n. 76 sulle unioni civili, ma con un aspetto surreale che a noi è stato risparmiato - un sondaggio postale: Ritieni che la legge debba essere modificata in modo da permettere alle coppie dello stesso sesso di sposarsi?
Rispondi sì o no, poi spedisci la tua risposta all'equivalente australiano dell'ISTAT. Tempo: fra il 12 settembre, quando i questionari hanno iniziato a essere spediti a chi è iscritto alle liste elettorali (16.005.998 persone), e il 7 novembre alle 6 di sera. I risultati saranno resi noti il prossimo 15 novembre.
Non sto scherzando.
L'esito del sondaggio non sarà vincolante, ma obbligherà moralmente il Parlamento e il governo a fare, finalmente, il loro dovere.
[...]
Su Wikipedia i dettagli dell'Australian Marriage Law Postal Survey sono raccontati in modo preciso e asettico. Per la cronaca, fino a tre giorni fa aveva votato il 67,5% degli aventi diritto e le previsioni di voto sono nettamente a favore del sì.
E se vi pare crudele sottoporre tante persone, coppie, famiglie con bambini a uno stress così inutile e prolungato, tenete conto che il plebiscito che era stato proposto dal governo sarebbe stato ancora peggio. [...]


    Immagine

    Immagine

    Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2017, 7:47 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 5409
evviva! :-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2017, 21:24 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 16 giugno 2017, 20:50
Messaggi: 104
Località: Milano
Grazie mille Dora, gli ultimi aggiornamenti sono stati molto interessanti :mrgreen:
Il lavoro su JCI insight è davvero demoralizzante :evil:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: mercoledì 15 novembre 2017, 23:59 
Non connesso

Iscritto il: domenica 26 febbraio 2017, 22:44
Messaggi: 998
Località: Milano
Io sono indietro di una settimana, sto recuperando...sto lavorando come un mulo e la sera crollo :D

Grazie Dora!

_________________
Una pianificazione attenta non sostituirà mai una bella botta di culo!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 17 novembre 2017, 7:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6354
    17 novembre 2017

    Per lasciare tempo a Gabriel di mettersi in pari, le letture di questa settimana sono dedicate ai biohacker e alle cure fai-da-te:


Immagine Data la facilità d'uso e la versatilità delle CRISPR, quando la moda è esplosa è uscita anche immediatamente dai super laboratori per approdare a laboratori più piccoli e meno attrezzati. Pareva che chiunque potesse acquistare i kit e, pasticciando sul tavolo di cucina, potesse operare l'editing genetico di qualunque cosa. Da Nature venne subito lanciato l'allarme hacker: Biohackers gear up for genome editing. Ma ci pensò Jon Cohen, che è un espertissimo giornalista medico, ma non esattamente un mago dell'editing genetico, a raccontare su Science di averci provato, a usare le CRISPR, e di non averci fatto una gran bella figura: One of our reporters tried to do CRISPR. He failed miserably.


Ma un biohacker degno di questo nome non si fa certo fermare dall'insipienza di un Jon Cohen. Ecco quindi il Dr Josiah Zayner, un biochimico fondatore e amministratore di una compagnia di editing genetico che ha l'evocativo nome di The Odin, da ricercatore trasformarsi in cavia e iniettarsi le CRISPR per modificare il gene myostatin, che impedisce la crescita dei muscoli: se lo disattivi, diventi l'Incredibile Hulk.
La storia è stata raccontata nei giorni scorsi da diversi siti, per esempio dalla canadese CBC Radio: Meet the human guinea pig who hacked his own DNA.
Poiché il Dr Zayner ha raccontato del suo esperimento durante una conferenza trasmessa in streaming su Facebook, abbiamo il privilegio di ritrovarlo oggi su YouTube, così che lo possa vedere il maggior numero possibile di persone e chiunque aspiri a seguire le sue orme sappia come fare - o almeno si faccia venire la voglia di provarci:

    Immagine


Immagine Ma non abbiamo solo biohacker che si lanciano a usare le CRISPR su sé stessi. Ne abbiamo anche che cercano di curarsi l'infezione da HIV. La storia è del mese scorso, ma non avevo ancora avuto l'opportunità di citarla.
N6 è l'ultimo bNAb isolato dagli scienziati degli NIH nel 2016: un superanticorpone neutralizzante, il più potente e ad ampio spettro che sia stato scoperto finora, ma che ad oggi è stato sperimentato soltanto su scimmie infettate da SHIV.
Questo però non ha fermato Tristan Roberts, un ragazzo cui nel 2011 è stato diagnosticato l'HIV. Tristan, infatti, tramite un gruppo di biohacker è entrato in contatto con Ascendance Biomedical, una società che produce e vende tecnologie biomediche cercando di aggirare la regolamentazione dell'FDA e i suoi processi di approvazione.
Così Tristan, naturalmente davanti a una telecamera, ha unito la sua fretta di guarire dall'HIV con la fretta della Ascendance Biomedical di avere testimonial dell'efficacia dei suoi prodotti anche a scapito di sicurezza e legalità e si è iniettato una terapia genica mai sperimentata sull'uomo, che dovrebbe indurre il gene N6 a produrre l'anticorpo N6 che combatte così efficacemente l'HIV in vitro e nelle scimmie.
La storia è affascinante e implica un mare di problemi etici e scientifici, che vanno molto al di là dei rischi per la sua salute che Tristan sta correndo. È raccontata da diverse parti, ma questi due articoli la raccontano particolarmente bene:





Buona lettura e buon weekend!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: mercoledì 22 novembre 2017, 7:07 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6354
Aggiornamento infrasettimanale della lettura di venerdì scorso: BBC News ieri ha dedicato un lungo articolo alla sperimentazione fai-da-te di Tristan Roberts per curarsi l'infezione da HIV con i plasmidi prodotti da Ascendance Biomedical per istruire il suo sistema immunitario a produrre l'anticorpo N6.
Soprattutto, nell'articolo di Jessica Lussenhop si racconta quanto avvenuto dopo l'iniezione ripresa su Facebook: sul versante degli scienziati, le critiche scientifiche e le perplessità etiche; sul versante della cavia, gli effetti collaterali, l'attesa delle analisi e, a tre settimane dal "trattamento", i risultati su viremia e CD4.
Non voglio anticipare nulla, quindi l'articolo è questo:



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: giovedì 23 novembre 2017, 8:28 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6354
VENDERE KIT DI EDITING GENETICO FAI-DA-TE È UN REATO

Dopo che l'attenzione dell'opinione pubblica si è risvegliata sulle prodezze di Tristan Roberts e della Ascendence Biomedical, che già anche in altre occasioni si è contraddistinta per comportamenti a dir poco spregiudicati, martedì scorso la FDA ha pubblicato un chiaro avvertimento a chi vende le CRISPR o altri strumenti di editing genetico ai matti che vogliono fare esperimenti di cure fai-da-te: È ILLEGALE.
Ciascuno sul suo corpo può fare gli esperimenti di editing che vuole, ma chi gli vende i kit per farlo senza aver prima sottoposto alla Food and Drug Administration la richiesta di Investigational New Drug (IND) e poi, dopo i necessari trial clinici, ottenuto l'approvazione, commette un reato, che la FDA denuncerà e farà perseguire.

    Immagine

Secondo quanto racconta Kristen Brown su Gizmodo, pare che Ascendence Biomedical stia programmando di fare un trial clinico "trasparente" l'anno prossimo in Sud Africa.
Altri cialtr0ni che vanno a sperimentare i loro vaccini contro HIV dove trovano più carne da macello e meno controlli.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: giovedì 23 novembre 2017, 16:04 
Non connesso

Iscritto il: domenica 26 febbraio 2017, 22:44
Messaggi: 998
Località: Milano
Ovviamente condivido in pieno! Il recupero va a passo svelto, mi sto rimettendo un pari :D

_________________
Una pianificazione attenta non sostituirà mai una bella botta di culo!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 161 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15 ... 17  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010