HIVforum.info

HIV e AIDS INFO e aiuto sulla sieropositività: si discute di HIV e AIDS, dei problemi della sieropositività, di farmaci e ricerca scientifica.
               
                   Facebook                   Twitter                
            
Oggi è giovedì 25 maggio 2017, 19:10

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 332 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11 ... 34  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 13 giugno 2015, 17:19 
Non connesso

Iscritto il: sabato 19 marzo 2011, 1:18
Messaggi: 6962
Update:

Vi ricordate dell'Italian Journal of Anatomy and Embryology?

Quello che ha pubblicato una serie di studi "scientifici" sul GcMAF, nonchè questa perla:
http://www.fupress.net/index.php/ijae/a ... view/10336

Nel thread qui sotto, andando off-topic, avevamo discusso degli impact factor delle riviste scientifiche e facevo notare che, dopo aver ottenuto un 0,248 nel 2011 (livello degno di Viver Sani&Belli), era scomparso nel nulla:
viewtopic.php?f=4&t=3348

E' ricomparso!
E guardate che impact factor ha raggiunto negli ultimi 5 anni:
http://www.researchgate.net/journal/112 ... mbriologia


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 13 giugno 2015, 17:45 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 5735
skydrake ha scritto:
dopo aver ottenuto un 0,248 nel 2011 (livello degno di Viver Sani&Belli), era scomparso nel nulla:
viewtopic.php?f=4&t=3348

E' ricomparso!
E guardate che impact factor ha raggiunto negli ultimi 5 anni:
http://www.researchgate.net/journal/112 ... mbriologia

Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 giugno 2015, 15:32 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 4821
…e, comunque, quell’immensa porcheria è ancora pubblicata dal “giornale ufficiale della società italiana di anatomia e istologia”, che evidentemente non si vergogna di rifilare certe pere cotte ai suoi sette Lettori. :twisted:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 22 giugno 2015, 10:19 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 5735
Immagine

DAL MAGIC YOGHURT ALLA MAGIC CREAM – E OLTRE


Lo sapevo! E non dite che non vi avevo avvertiti (fin dal 30 settembre 2013):

Dora ha scritto:
Un'ultima cosa: se la cara Jo-Anne dopo l'eradicazione del cancro sembra 10 anni più giovane, quanto tempo pensate che ci vorrà prima che venga lanciata una linea cosmetica di cremine anti-age basate sulla magica proteina? In fondo, il colluttorio è già in vendita ...

Quello che però non sono riuscita a predire è che la crema sarebbe sì stata "al GcMAF", ma ... al GcMAF omeopatico!
E, poiché sembra non esserci limite al peggio, quello che allora non ero proprio in grado di immaginare erano i destinatari della magic cream: non soltanto signore un po' agées stanche delle solite promesse non mantenute degli ultimi ritrovati cosmetici, ma gatti, cani e bambini. Bambini autistici.
Non bastavano le iniezioni di GcMAF, non bastavano gli spray, non bastavano le supposte di yoghurt e i clisteri.
Ci voleva la crema. Omeopatica. Anzi, a volte omeopatica, a volte no.

Ma la bella notizia è che ormai il GcMAF è nel mirino delle autorità sanitarie britanniche e non è sufficiente farlo incarnare sotto nomi e formulazioni diversi, in un’esplosione di differenti siti di vendita online (l’ultimo nato è GcMAF Asia), per sfuggire alla legge e continuare indisturbati a martirizzare bambini.

Ecco quindi che due dipendenti infedeli di Noakes, i fratelli Trevor Banks e Lesley Banks Hutchings, hanno fondato la Cytoinnovations Ltd, il cui sito è in “manutenzione programmata” da giorni, ma si rivolgeva non solo a malati di cancro e a ragazzini autistici, ma anche a persone con HIV/AIDS (le url non mentono e spesso per sciattezza ci si dimentica di modificarle: http://cytoinnovations.com/index.php/hiv-aids/20-research-trials/20-immunotherapy-for-prostate-cancer-with-gc-protein-derived-macrophage-activating-factor).

Trevor, che pare specializzato nel far del male ai bambini autistici, ha una certa predilezione per spammare in giro per la Rete propaganda sul GcMAF e ultimamente ha fatto pipì fuori dal vaso avventurandosi a casa di Orac e finendo così per farsi individuare da un radar che non perdona; ma la mente della coppia pare sia Lesley, che dirige la compagnia e insieme a Trevor ne ha fondata pure un’altra, la VDBP Ltd (Vitamin D Binding Protein – gira e rigira, der zelbe drek).

Il prodotto che vendono si chiama MAFactive e, insieme al sale himalayano da usarsi come dentifricio, lo si può trovare presso il negozio europeo del gruppo sotto differenti formulazioni, dalle gocce a diverse concentrazioni come integratore alimentare (prezzo dai 50 ai 300 euro la boccetta) fino alla crema.
25 grammi di Crema per Massaggi arricchita con la magica proteina costano 48 euro. Una cifra ancora accettabile, se si tiene conto che la si potrebbe usare anche per fare massaggi al gatto di casa, mentre 30 ml di Capture Totale Dreamskin di Dior bene che vada li si trova a 93 euro e 50.

C’è però un aspetto che rende questa crema un po’ troppo diluita e i suoi benefici effetti ancora più aleatori: a volte (non sempre - a volte sì, a volte no), la MAFactive cream viene definita omeopatica. Io non sono affatto un’esperta di diluizioni omeopatiche, ma mi par di capire che *quello-che-non-viene-definito-GcMAF-[no, no, no e ancora no!]-ma-VDBP* subisca “6x diluizioni”. Questo significa che viene “diluito” un milione di volte. Direi che alla fine del procedimento di prodotto attivo non ce n’è proprio più traccia.

Non che sia una gran perdita, sia chiaro. Non faceva una cippa prima, continua a non fare una cippa neppure quando ha lasciato una pseudomemoria di sé nell’acqua di diluizione. Ma è interessante come i vaneggiamenti di queste persone, anziché diluirsi e infine svanire nel nulla insieme alla magica proteina, si concentrino invece ad ogni successiva succussione. Vaneggiamenti omeopatici.

Trevor e Leslie stanno cercando da tempo di prendere le distanze da Noakes; e tanto più ora, che lui è diventato più intoccabile di un dalit da quando la Medical Healthcare Regulatory Authority gli ha sequestrato azienda e prodotto e un’altra dipendente infedele, Miss Ann O’ Connor, la sua segretaria personale, ha rivelato che usava talvolta il suo stesso sangue quando dovevano estrarre la magica proteina ed erano a corto di materia prima (capito perché la MHRA diceva che quel sangue era “non adatto a uso umano”?).

Ma distanziarsi e ammettere che Noakes se l’è andata a cercare, perché ha “infranto così tante leggi” e fatto così tante “affermazioni esagerate e infondate” che era inevitabile che prima o poi dovesse pagarne le conseguenze, non basta a mettere la coppia Banks al riparo: è il GcMAF in sé ormai a scottare e Trevor e Leslie sono anche loro nei guai.

Hanno tentato il giochetto di vendere il MAFactive come integratore alimentare e crema di bellezza per i gatti, hanno provato a spacciarlo sfruttando le maglie larghe delle leggi sull’acqua omeopatica, ma a fine marzo anche i loro siti di produzione nel Dorset e nel Kent sono stati ispezionati e sigillati. La banca gli ha chiuso il conto e la MHRA intende fargli ritirare perfino il marchio sotto cui spacciavano la magica proteina.

E tutto questo a causa della “associazione con il prodotto noto come gcmaf” e nonostante “MAFactive sia stato conosciuto, fin dal suo lancio, come l’integratore alimentare a base della proteina che si lega alla vitamina D” e “sia stato sempre ben attento a non fare o essere visto fare [!!!] alcuna affermazione sulla salute”.

Poveri cari, la magica proteina sta trascinando all’inferno chiunque ne faccia commercio.

Ora Trevor e Leslie stanno svendendo quel che è rimasto delle scorte a prezzi di assoluto favore. Meglio affrettarsi, se volete fare massaggi al micio.


Intanto, l’esule nel Mendrisiotto che fa?
Zitto zitto, riscrive la storia. Eh sì. Eravate convinti che la magica proteina fosse stata scoperta da Yamamoto verso il 1990-91, vero? Così infatti raccontano sia il sito della Saisei Mirai Clinics, sia il concorrente sito di Efranat Ltd, sia qualunque pagina ripercorra le origini di cotanta scoperta.
E invece no, nel sito di Immuno Biotech New Zealand si ristabilisce una volta per tutte la verità storica:

    History of GcMAF
    GcMAF was discovered in 1988 by Molecular Biologist, Dr Marco Ruggiero, whilst working at The National Cancer Institute in Texas, and he collaborated on the first article published on the subject in 1990 (Pierce JH, 1990 Aug). Since then over 59 research articles have been published and most can be viewed at the US Public Library of Medicine (http://pubmed.com).

Chissà perché negli anni ruggenti in cui era l’astro nascente del negazionismo dell’HIV/AIDS planetario e, con mille particolari allucinatori, portava Celia Farber oltre l’arcobaleno raccontandole la storia dei suoi trionfi scientifici e delle sue impunità accademiche, Ruggiero dimenticò di rivendicare una paternità tanto prestigiosa?
E neppure l’anno successivo, quando ormai la sua stella si stava trasformando in una nana bianca ma ancora poteva raccontare indisturbato la sua versione della nascita del magic yoghurt, neppure allora gli venne in mente che era lui – vivaddio! – lo scopritore della proteina buona per tutti gli usi - altro che il vecchio giapponese millantatore e falsario.
D’altra parte, che sia stato Fabio Franchi nel 2009 a mettere Ruggiero sulla strada del GcMAF lo racconta Franchi medesimo, facendo scendere l’ex professore dalla sua cattedra arcobaleno.

Qualcuno mente, dunque. Chi?

Ma queste sono quisquilie buone per storici maliziosi e Ruggiero deve avere cose ben più angoscianti a cui pensare che a sottrarre ad altri la primogenitura di una scoperta.
Infatti, il mese scorso un tribunale federale del distretto di Washington ha riconosciuto Louis Daniel Smith colpevole di cospirazione, contrabbando, vendita di farmaci contraffatti e frode nei confronti degli Stati Uniti. Louis Daniel Smith è uno dei peggiori ciarlatani attivi negli US, venditore della “Miracle Mineral Solution” o MMS: NaClO2, cioè Clorito di sodio, cioè CANDEGGINA.
Candeggina con cui questo delinquente, che adesso rischia 30 anni di carcere, faceva clisteri ai bambini autistici.

Ora gira insistentemente la voce che Kerri Rivera sarà la prossima a finire nel mirino della giustizia americana. Anche Kerri Rivera è un sinistro personaggio, che finora ha abusato impunemente del dolore di persone malate e il momento in cui dovrà assumersi la responsabilità di quel che ha fatto giungerà sempre troppo tardi.

Chissà, però, che con lei non vengano trascinati in tribunale anche i suoi co-autori, responsabili insieme a lei di una delle più disgustose truffe di questi anni.

Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 22 giugno 2015, 12:53 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 4821
Dora ha scritto:
[list]History of GcMAF
GcMAF was discovered in 1988 by Molecular Biologist, Dr Marco Ruggiero, whilst working at The National Cancer Institute in Texas, and he collaborated on the first article published on the subject

nice try, dr. Ruggiero, but...

...ma se si fa una ricerca su Pubmed questo articolo non si trova, al massimo se ne trova uno sui fattori di crescita delle colonie granulocitarie, l'unico paper congiunto tra la dottoressa Pierce e il nostro eroe nel 1990 è questo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?ter ... 0+Ruggiero, dal titolo “Macrophage-colony-stimulating factor (CSF-1) induces proliferation, chemotaxis, and reversible monocytic differentiation in myeloid progenitor cells transfected with the human c-fms/CSF-1 receptor cDNA.”… volendo uno può limitare la ricerca alla dottoressa Pierce, per scoprire che neppure lei sembra essersi occupata di GcMAF…
Insomma, ha sicuramente lavorato in un laboratorio dove si studiavano i fattori di crescita, e ha firmato con la dottoressa Pierce ben un articolo l'anno dal 1988 al 1990... ma da questo ad avere scoperto il GcMAF la strada è lunga, e apparentemente questa strada non è presente nel Tom Tom della ricerca mondiale, PubMed appunto, che pure pubblica articoli sui “Macrophage-colony-stimulating factor” dal 1975.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 22 giugno 2015, 13:11 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 4821
Dora ha scritto:
Immagine

DAL MAGIC YOGHURT ALLA MAGIC CREAM – E OLTRE


[size=110]Lo sapevo! E non dite che non vi avevo avvertiti (fin dal 30 settembre 2013):

Dora ha scritto:
Un'ultima cosa: se la cara Jo-Anne dopo l'eradicazione del cancro sembra 10 anni più giovane, quanto tempo pensate che ci vorrà prima che venga lanciata una linea cosmetica di cremine anti-age basate sulla magica proteina? In fondo, il colluttorio è già in vendita ...

Senti un po’, andiamo sul pratico!
Lenisce le ragadi anali?
Prolunga l’erezione e ritarda l’orgasmo?
Combatte la couperose e riempie (oh che bella parola) il tessuto del volto dando un tono da ventenni?
Sono queste le cose importanti! la cremina le fa?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 22 giugno 2015, 13:47 
Non connesso

Iscritto il: sabato 19 marzo 2011, 1:18
Messaggi: 6962
uffa2 ha scritto:
Dora ha scritto:
Immagine

DAL MAGIC YOGHURT ALLA MAGIC CREAM – E OLTRE


[size=110]Lo sapevo! E non dite che non vi avevo avvertiti (fin dal 30 settembre 2013):

Dora ha scritto:
Un'ultima cosa: se la cara Jo-Anne dopo l'eradicazione del cancro sembra 10 anni più giovane, quanto tempo pensate che ci vorrà prima che venga lanciata una linea cosmetica di cremine anti-age basate sulla magica proteina? In fondo, il colluttorio è già in vendita ...

Senti un po’, andiamo sul pratico!
Lenisce le ragadi anali?
Prolunga l’erezione e ritarda l’orgasmo?
Combatte la couperose e riempie (oh che bella parola) il tessuto del volto dando un tono da ventenni?
Sono queste le cose importanti! la cremina le fa?


Già il comune Gcmaf viene venduto la maggioranza delle patologie elencate sopra, ma non tutte.
Ad esempio, dovrebbe aiutare il riassorbimento delle ragadi anali grazie al potenziamento del sistema immunitario, o aiutare le disfunzioni erettili:
https://www.getsafeonline.org/news/susp ... ion-drugs/

ma non l'eiaculazione precoce.
Poi, avevo letto che il normale GcMAF combatte diverse problematiche a carico della pelle, dalla dermatite seborroica all'acne, ma non elimina le rughe da vecchiaia.
Adesso non so se questa nuova versione spalmabile é in grado di sopperire a queste poche lacune rimaste...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 22 giugno 2015, 14:10 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 5735
skydrake ha scritto:
uffa2 ha scritto:
Senti un po’, andiamo sul pratico!
Lenisce le ragadi anali?
Prolunga l’erezione e ritarda l’orgasmo?
Combatte la couperose e riempie (oh che bella parola) il tessuto del volto dando un tono da ventenni?
Sono queste le cose importanti! la cremina le fa?

Già il comune Gcmaf viene venduto la maggioranza delle patologie elencate sopra, ma non tutte.
Ad esempio, dovrebbe aiutare il riassorbimento delle ragadi anali grazie al potenziamento del sistema immunitario, o aiutare le disfunzioni erettili:
https://www.getsafeonline.org/news/susp ... ion-drugs/

ma non l'eiaculazione precoce.
Poi, avevo letto che il normale GcMAF combatte diverse problematiche a carico della pelle, dalla dermatite seborroica all'acne, ma non elimina le rughe da vecchiaia.
Adesso non so se questa nuova versione spalmabile é in grado di sopperire a queste poche lacune rimaste...

Mah ... io non so se funziona per riassorbire le ragadi, prolungare l'erezione e ritardare l'orgasmo.
Però se volete sperimentare voi la Magic Cream ne ho giusto una confezione che ho comprato l'altro giorno. Volevo fare dei massaggini al mio cane favorito ma, quando glieli ho proposti, ha ringhiato e minacciato di mozzarmi la mano ... :P


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 22 giugno 2015, 15:19 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 4821
va almeno bene come lubrificante per il sesso "rough"?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 23 giugno 2015, 4:43 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 5735
Immagine


CINQUE MORTI NELLA *CLINICA DEL GcMAF* A BUSSIGNY (Losanna): L’INCHIESTA SULLA MAGICA PROTEINA ARRIVA IN SVIZZERA

Durante il fine settimana scorso, la clinica privata First Immune AG di Bussigny, vicino a Losanna, è stata chiusa e messa sotto sequestro, dopo essere stata perquisita dalla polizia.
Da un articolo sul sito web del quotidiano 24 Heures, si apprende che la clinica si trova al centro di una vasta inchiesta giudiziaria, che si estende a diversi Paesi europei.
Nel 2014, cinque cittadini stranieri malati di cancro in fase terminale sono stati ricoverati al CHUV (Centre Hospitalier Universitaire Vadois) e lì sono morti. Erano tutti passati dalla *clinica del GcMAF* di Noakes.
Questo ha spinto l’ospedale a indagare su queste morti e a scoprire – nelle parole di Darcy Christen, portavoce del CHUV – “un insieme di indizi concordanti che mostrano pratiche discutibili”. Quali siano questi indizi, Christen non lo dice; ma sono stati sufficienti a imporre all’ospedale di denunciare queste morti al Ministero e a spingere le autorità cantonali a togliere l’obbligo del segreto medico e a rivelare ai magistrati i nomi dei pazienti deceduti.
Karim Boubaker, medico cantonale, ha dichiarato

    “Abbiamo ritenuto questa situazione abbastanza seria da cercare di capire che cosa stesse accadendo a Bussigny, poiché la clinica First Immune non è registrata ufficialmente in Svizzera. Per noi, quindi, non esisteva e sappiamo troppo poco di quel che vi accadeva. Inoltre, il GcMAF non è autorizzato in Svizzera.”

E Boubaker evoca “un esercizio illegale della medicina”.

Questo ha fatto sì che venisse aperta un’inchiesta giudiziaria, che in marzo ha portato alla perquisizione della “clinica”. Nei locali della First Immune sono stati trovati diversi prodotti, che sono stati mandati ad analizzare.

Il procuratore Eric Mermoud si è limitato a dire che “le operazioni sono in corso e, per non mettere in pericolo il procedimento, non farò alcuna dichiarazione”. Nessuna dichiarazione anche da parte di Noakes, il presidente del gruppo First Immune, e di un medico del centro. Né i due avvocati Jean-Philippe Heim e Jacques Barillon sono stati più loquaci.

Si sa che l’inchiesta dovrà determinare “se i pazienti sono morti in seguito alla loro malattia, o ai trattamenti ricevuti alla First Immune”.
Noakes, che è stato convocato dai giudici e si dovrà presentare a breve, se retranche lui aussi derrière la réponse qui semble être la règle dans ce dossier: «No comment!»

In un trafiletto, 24 Heures racconta che è stato il Belgio a dare inizio all’inchiesta sul continente: Gauthier Bouche, il direttore del Fondo Anticancro dei Paesi Bassi ha richiamato l’attenzione dei giudici sulle attività di First Immune, la cui sede era a Bruxelles prima di essere opportunamente trasferita a Guernsey.
Ed è confortante che il dottor Bouche ci confermi che in questa "crociata contro First Immune" è ben lungi dall’essere solo e ricordi l’inchiesta nel Regno Unito, che ha portato al sequestro dei laboratori di Guernsey e alla chiusura dei conti della società.


Il nome di Marco Ruggiero in questo articolo non compare. Si ricorda però il Goleic, una sua creazione. E noi sappiamo che, anche se non ha l'autorizzazione a professare la medicina in Svizzera, non può dirsi estraneo alle attività della *clinica del GcMAF* - numerose testimonianze di pazienti che chiamavano il centro "la clinica del Dottor Marco" saranno difficili da cancellare.

Così come i fedeli allievi Jacopo J.V. Branca e Gabriele Morucci, che si appoggiano alla cattedra fiorentina della gentile consorte, professoressa Stefania Pacini, dovranno rendere conto di come sono stati ottenuti i dati sui pazienti trattati nella *clinica del GcMAF*, che sono stati pubblicati sull'American Journal of Immunology 10 (1): 23-32, 2014, nell'articolo dal titolo
CLINICAL EXPERIENCE OF CANCER IMMUNOTHERAPY INTEGRATED WITH OLEIC ACID COMPLEXED WITH DE-GLYCOSYLATED VITAMIN D BINDING PROTEIN.

Anche nell'ultimo nato fra i siti di Noakes, GcMAF.asia, questo articolo viene usato per magnificare gli straordinari risultati della magica proteina:

    The first paper on the results in our Treatment Centre has been published.
    The highlights of the results section include an average tumour reduction of 25% a week, and before and after ultrasonography scans of tumour shrinkage with measurements. Patient 3 is the most representative with a 27% reduction, and four other patients (not shown) with similar results. All 26 patients showed significant clinical improvements.
    [e sui morti stendiamo un velo, vero?]

L'Università di Firenze lo sa? Ne è contenta? Ha segnalato anche questo articolo fra le glorie accademiche locali, come fece negli anni passati con le porcherie di Ruggiero (anche le porcherie negazioniste ancora rintracciabili nel sito di UniFi)?


Credo che assisteremo a breve ad altri sviluppi.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 332 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11 ... 34  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010