HIVforum.info

HIV e AIDS INFO e aiuto sulla sieropositività: si discute di HIV e AIDS, dei problemi della sieropositività, di farmaci e ricerca scientifica.
               
                   Facebook                   Twitter                
            
Oggi è sabato 17 novembre 2018, 19:13

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 161 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 17  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 28 ottobre 2016, 8:00 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6371
    28 ottobre 2016

    Qualche suggerimento - un poco off topic, ma forse non poi così tanto - per le letture di questo fine settimana.
    Cominciamo con due supplementi al vol. 19 di JIADS, il Journal of the International AIDS Society:

Immagine il suppl. 6, uscito in contemporanea all'HIVR4P-2016 e totalmente dedicato alla PrEP: Global implementation of PrEP as part of combination HIV prevention – Unsolved challenges;

Immagine e il suppl. 7, che raccoglie gli atti dell'International Congress of Drug Therapy in HIV Infection, che si è tenuto in questi giorni a Glasgow ed è stato dedicato a tutte le possibili e immaginabili questioni legate alla ART: ABSTRACT SUPPLEMENT.

Immagine


Immagine La notizia della settimana è una notizia annunciata, in realtà, la primavera scorsa. Infatti, il lavoro di Michael Worobey e colleghi della University of Arizona fu presentato a marzo al CROI e ne parlò Jon Cohen su Science. Oggi però su Nature esce l'articolo ed è importante riparlarne, perché la ricerca filogenetica di Worobey ricostruisce gli inizi della diffusione di HIV-1 nel mondo occidentale e dimostra come HIV circolasse ampiamente negli Stati Uniti da almeno un decennio prima dell'esplosione dell'epidemia.

Immagine

Immagine

Questo studio permette dunque di restituire allo steward franco-canadese Gaëtan Dugas l'onore che il libro di Randy Shilts del 1987 And the Band Played On aveva distrutto: non fu lui il "Paziente Zero", non fu lui l'untore, lo straniero, l'omosessuale irresponsabile e dalla vita promiscua, che portò l'infezione negli Stati Uniti. Fu solo uno dei tanti, che ebbero la sventura di infettarsi quando nessuno sapeva che un virus era uscito dalle foreste dell'Africa Centrale. A lui, però, toccò una sventura in più - quella di incarnare perfettamente il capro sulla cui testa carichiamo i nostri peccati e che mandiamo a morire nel deserto.



Impareremo la lezione? Ne dubito. Ci nutriamo dei nostri pregiudizi.

Qualche riferimento per le vostre letture del fine settimana:



Immagine At gathering of HIV/AIDS pioneers, raw memories mix with current conflicts - è un lungo articolo di Jon Cohen uscito sulle News di Science, che ci racconta di uno straordinario incontro di reduci che si è tenuto a metà ottobre nella dining hall del Cold Spring Harbor Laboratory (CSHL). I convenuti erano tanti degli scienziati che hanno affrontato l'epidemia di HIV fin dai suoi esordi e alcuni degli scienziati più giovani. Insieme si sono confrontati sugli indicibili dolori del passato e sulle molte sfide del presente.
L'unico giornalista invitato a parlare è stato, appunto, Jon Cohen, che è da 30 anni che scrive di HIV ed ha accumulato una notevole serie di scontri con Robert Gallo. Anche questa volta non si è smentito e con Gallo, mentre ormai Françoise Barré-Sinoussi pare andare d'amore e d'accordo, lui è riuscito a litigarci.
L'unico attivista che ha parlato è stato un eroe delle battaglie di ACT UP e poi di TAG, Mark Harrington e ha espresso la sua gratitudine con bellissime parole di riconciliazione:

    “Apologies if we ever went overboard,” said Harrington, who, after a pause, added “Dr. Fauci.” He explained that activists condemned government health officials—and indeed staged massive, theatrical protests at NIH and the U.S. Food and Drug Administration (FDA)—because they believed the science was too shrouded in secrecy and promising drugs were approved too slowly. They also insisted that affected communities should have input about the research agenda itself, a battle they won, inspiring many other disease advocates. Harrington then told the entire gathering, “I would like to thank you all and everyone who works with you from the bottom of my heart and on behalf of the world’s 37 million people that are still living with HIV and also on behalf of all those who didn’t make it, because they, too, lived longer and had hope because of the efforts that you made.”

Immagine


Immagine Concludiamo con un libro, anzi un libriccino. Per chi si sentisse intossicato dall'immane quantità di stupidaggini dette dagli anti-vaccinisti e domani, anziché seguirli nella loro riproposizione della Marcia su Roma con 94 anni e 1 giorno di ritardo, desiderasse un antidoto, il bel libro del prof Burioni può offrire un paio d'ore di razionalità: Il vaccino non è un'opinione.
È pieno di informazioni, di considerazioni utili, di arguzia e di metafore che spiegano meglio di lunghi giri di parole perché ci si deve vaccinare.
Ed è facile, facile, facile.
Io lo farei leggere a tutti i bambini figli di genitori anti-vaccinisti, perché sappiano come difendersi dalla stupidità dei loro genitori.

Immagine



Buona lettura e buon weekend!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 4 novembre 2016, 8:55 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6371
    4 novembre 2016

    BHIVA, la British HIV Association, ha tenuto uno dei suoi due congressi annuali, quello autunnale, a metà ottobre. Ora ha pubblicato nel proprio sito gli abstract e alcuni video delle presentazioni e vorrei segnalarne in particolare due:

Immagine la lezione di Saye Khoo, University of Liverpool, sui nuovi antiretrovirali a rilascio prolungato. Qui trovate il PDF delle slides di Long-acting treatment with antiretrovirals, e cliccando sull'immagine qui sotto potete vedere la presentazione, in cui il prof Khoo spiega tutto sul primo vero passo oltre la ART classica offerto dai regimi long-acting:

    Immagine


Immagine Sarah Fidler, Imperial College di Londra, è uno dei responsabili del RIVER trial, la sperimentazione sulla somministrazione di un vaccino terapeutico e di un HDACi per cercare di ridurre il reservoir latente di HIV. All'esordio della sua lezione, che potete ascoltare cliccando sull'immagine qui sotto, Fidler si è scusata per l'infortunio mediatico in cui sono incappati di recente lei e i colleghi quando qualcuno di loro ha dato per curato presso la stampa uno dei partecipanti al trial. Queste le slides di HIV remission: viral suppression in the absence of ART, in cui Fidler parla in generale delle strategie per arrivare a una cura, delle difficoltà da affrontare, e poi entra in una descrizione dettagliata della sua sperimentazione. Sono cose che abbiamo già visto, ma mi pare interessante ascoltarle raccontate tutte insieme da chi questa ricerca la sta facendo.

    Immagine


Immagine The Lancet ha appena lanciato una nuova rivista: THE LANCET Public Health. Nel vol.I, n.1, a parte l'Editoriale in cui si spiegano le ragioni della nascita della rivista, che aspira a trarre lezioni per la salute pubblica dalle recenti epidemie di Zika e di Ebola, c'è uno studio molto interessante sugli effetti della vaccinazione contro l'HPV a dieci anni dalla sua introduzione - Population-level impact, herd immunity, and elimination after human papillomavirus vaccination: a systematic review and meta-analysis of predictions from transmission-dynamic models - e un commento di Julio Montaner sull'influenza che situazioni economicamente svantaggiate possono avere sulle strategie per mettere fine all'epidemia di AIDS: The effect of socioeconomic disadvantage on strategies to end the AIDS epidemic.


Immagine Il 31 ottobre, Forbes ha pubblicato un articolo sullo stato dell'arte della ricerca di una cura dell'infezione da HIV. È un genere di articolo che non riusciamo mai a vedere pubblicato in giornali e riviste italiane - semplice, chiaro, esaustivo: What Is The Current State Of The HIV Cure? Per chi volesse approfondire, alla fine in bibliografia ci sono gli articoli scientifici.


Immagine Non sono sicura che sia un capolavoro di originalità, ma è scritto in un inglese piacevole e alcune delle invenzioni mi paiono divertenti. Parlo del primo racconto che sia mai stato pubblicato sulle CRISPR.
Lo pubblica nel numero del 7 novembre del New Yorker T. Coraghessan Boyle e s'intitola ARE WE NOT MEN?
C'è tutto quello che potete immaginare, date le discussioni che nell'ultimo paio d'anni le CRISPR hanno suscitato. Ma è carino lo stesso.

Immagine



Buona lettura e buon weekend!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: sabato 5 novembre 2016, 6:51 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6371
    4 novembre 2016 (cont.)

    Wired ha i suoi tempi di pubblicazione, quindi un bell'articolo di Stefano Dalla Casa dedicato alla vicenda che ha segnato le discussioni della settimana scorsa, quella del Paziente Zero riabilitato dalla ricerca filogenetica di Michael Worobey, è stato pubblicato soltanto ieri sera.


Immagine Come è nato il mito del paziente zero che avrebbe diffuso l'hiv negli Usa - racconta del "‘Paziente O’, per Out-of-California" e di come quella O sia divenuta uno zero, segnando l'inizio di una fama sinistra del tutto immeritata per Gaëtan Dugas. E racconta delle responsabilità di Randy Shilts e dell'editore del suo libro nel costruire uno spauracchio e di come da lì sia nato uno dei tanti miti duri a morire che hanno accompagnato la storia dell'epidemia di HIV/AIDS e costruito lo stigma sulle persone con HIV.

    Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: sabato 5 novembre 2016, 13:21 
Non connesso

Iscritto il: martedì 13 agosto 2013, 22:14
Messaggi: 195
Scopro solo adesso questo topic... che dire.... seplicemente WOW!

Grazie mille Dora, a poco a poco cerchero' di leggere alcuni articoli anche se mi ci vorrà molto più di un solo week-end :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 11 novembre 2016, 6:18 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6371
    11 novembre 2016

    Due review su Current Opinion in HIV and AIDS ci permettono di approfondire il discorso sui vaccini terapeutici e il tipo di reazioni immuni che ci si propone di stimolare per rafforzare la fase di "kill" nelle strategie di cura di tipo "shock and kill":

Immagine sul penultimo numero della rivista, quello dello scorso luglio, Lydie Trautmann, dello stesso US Military HIV Research Program, Walter Reed Army Institute of Research che ha partecipato al lavoro collettivo sul vaccino terapeutico Ad26/MVA e il potenziamento della reazione immune grazie a un agonista del TLR-7 di cui abbiamo parlato proprio ieri, firma una review in cui indaga le ultime ricerche fatte per rafforzare le reazioni CTL: Kill: boosting HIV-specific immune responses.

Immagine nell'ultimo numero di Current Opinion in HIV and AIDS, quello di novembre, lo svizzero Giuseppe Pantaleo e il francese Yves Levy discutono le diverse strategie seguite in questi ultimi anni per sviluppare un vaccino terapeutico: Therapeutic vaccines and immunological intervention in HIV infection: a paradigm change.


Immagine In attesa di capire se davvero il nuovo presidente degli Stati Uniti smantellerà Obamacare nei primi 100 giorni del suo mandato come ha annunciato in campagna elettorale, leggere le prime reazioni di alcuni degli attivisti che si occupano di HIV/AIDS negli USA raccolte da POZ non è propriamente rassicurante: What the HIV/AIDS Community Is Saying About the 2016 Election Results.
D'altra parte, già lo scorso giugno Drew Gibson esprimeva grande preoccupazione su The Body: What Would Donald Trump Presidency Mean For People With HIV/AIDS?
Che cosa accadrà dei finanziamenti devoluti alla ricerca di una cura, ancora non si sa, ma il governo americano è stato finora il principale finanziatore di questo tipo di ricerche. Trump in tutta la campagna elettorale non ha mai neppure nominato la questione HIV/AIDS, ma che intenda fare grandi tagli alla ricerca l'ha detto più volte. Né è dato sapere che cosa Trump pensi di fare riguardo ai programmi di aiuto e di investimento all'estero in campo sanitario.

Dal momento che comunque è da mesi che sanno con chi avranno a che fare, su The Body, senza stare a fare tante speculazioni se avere Trump alla presidenza degli Stati Uniti possa essere un bene o un male per le persone con HIV, si pubblicano diversi articoli on Coping the Day After Trump's Victory e sugli Emotional Survival Skills for Dangerous Times.

A STAT, invece, si stanno facendo molte domande, che vanno da What does Donald Trump’s win mean for science and medicine? a se sia necessario "metterlo sotto tutela": Fearful of a Trump administration, many in research call for a ‘tutorial’ for the president-elect.

Che l'elezione di Trump sia un brutto colpo per la scienza e gli scienziati ce lo racconta anche Nature in due diversi articoli: Donald Trump's US election win stuns scientists e How scientists reacted to the US election results.
Science, invece, si concentra sul fatto che Trump è un negazionista del climate change e si chiede che disastri potranno accadere con un simile personaggio alla Casa Bianca: What Trump can—and can't—do all by himself on climate.


Immagine Se qualcuno pensa che sia buffo e quasi folcloristico l'avere come presidente degli Stati Uniti un signore che crede che le vaccinazioni causino autismo, che i cambiamenti climatici non siano di origine antropica, che si sceglie come vicepresidente uno che nega che il fumo causi cancro, che si circonda di negazionisti, di creazionisti, di razzisti e di persone che credono alla più astruse cospirazioni, forse vorrà ripensarci leggendo questi due post:




Ma sì, ridiamoci su. Uno che porta i capelli di quel colore improponibile magari è soltanto un buffone.

Immagine




Buona lettura e buon weekend!


*******************************************



    If you are the dealer, let me out of the game
    If you are the healer, it means I'm broken and lame
    If thine is the glory, then mine must be the shame
    ...
    You want it darker
    We kill the flame
    ...
    Hineni, hineni
    Hineni, hineni
    I'm ready, my lord
    Hineni
    Hineni, hineni
    Hineni



        ז״ל



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: sabato 12 novembre 2016, 0:22 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 28 ottobre 2015, 15:37
Messaggi: 2353
A parlare di Hiv è stato il vice di Trump.

Il vice di Trump vorrebbe spostare parte dei soldi per la cura dell'HIV, in terapie di conversione degli omosessuali in eterosessuali... A questo punto meglio che li dia in beneficenza!

Fonte: http://www.towleroad.com/2016/07/mike-p ... n-therapy/

_________________
Don't give up!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: sabato 12 novembre 2016, 1:43 
Non connesso

Iscritto il: sabato 27 agosto 2016, 23:32
Messaggi: 799
Ha appena detto ai giornali che Obamacare non sarà' smantellata. Almeno non e' un pazzo completo. Comunque e' vero che il suo vice presidente , pence , pensa che le terapie di conversione funzionino...... ecco pence e' davvero un sottosviluppato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: sabato 12 novembre 2016, 2:47 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6371
Si fa il nome del creazionista (e promotore di cure alternative per il cancro) Ben Carson come ministro dell'Istruzione. Se sarà confermato, la guerra contro l'insegnamento della teoria evoluzionistica nelle scuole americane avrà il più potente dei sostenitori e dilagherà anche verso Stati dove finora i creazionisti mantenevano un low profile.

... E gli antivaxxer stanno già passando all'incasso [EDIT: link salvato qui].

Immagine
Donald Trump and Andrew Wakefield. This picture should scare you. The two met in August. Now that Trump is President-Elect, how much influence will antivaxers have in the impending Trump administration? Oh, and this is the best outfit Andrew Wakefield could come up with to meet with a major Presidential candidate?

O, come scrive l'Oca Sapiens, A sinistra, il nuovo leader mondiale della campagna contro i vaccini.



Rob_Rob ha scritto:
Ha appena detto ai giornali che Obamacare non sarà' smantellata. Almeno non e' un pazzo completo.

Forse, come diceva il poeta appena scomparso,



Ultima modifica di Dora il mercoledì 18 ottobre 2017, 10:49, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 18 novembre 2016, 7:20 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6371
    18 novembre 2016

    Ora che finalmente PGT121 è arrivato in fase clinica, per ricapitolare la questione dei bNABs suggerisco di leggere solo un paio di pagine sul New England Journal of Medicine, un "perspective article" a firma di Michel Nussenzweig e un paio di colleghi dedicato agli anticorpi neutralizzanti ad ampio spettro sia per la prevenzione, sia per la cura dell'infezione da HIV:

Immagine Broadly Neutralizing Antibodies for HIV-1 Prevention or Immunotherapy.

    Immagine



Immagine Se c'è poco da leggere, c'è invece moltissimo materiale da ascoltare, perché questa settimana si è svolto presso la sede degli NIH a Bethesda, organizzato dal NIAID di Anthony Fauci, un seminario che si tiene un anno sì e uno no. Si è incentrato sulle Strategies for an HIV Cure 2016 ed è stato occasione per i diversi gruppi di ricerca che fanno capo ai Martin Delaney Collaboratories, finanziati dagli NIH, di presentare aggiornamenti sui loro studi.


    Immagine



Questo il programma: Draft Agenda (Updated 11/1/2016).
Per ora, non sono ancora stati messi online gli abstract e i poster, ma è possibile seguire i video delle tre giornate (se non si riesce a vedere dai link diretti, perché la visione è ristretta agli addetti ai lavori, provare a richiamare i video da questa pagina):


Dal blog su AIDS.gov, inoltre, è possibile ascoltare le riflessioni di Anthony Fauci e di Carl Dieffenbach sullo stato attuale della ricerca di una cura.



Buon ascolto e buon weekend!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: *Letture per il weekend*
MessaggioInviato: venerdì 25 novembre 2016, 7:18 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6371
    25 novembre 2016

    Sono online nel numero di dicembre di AIDS Patient Care and STDs un editoriale sulla cura di HIV del direttore, Jeffrey Laurence, e una review di Keith Jerome su CRISPR/Cas9, ZFN e TALEN per distruggere il provirus integrato nelle cellule del reservoir, ma non sono open access. In occasione del World AIDS Day della settimana prossima, però, i due articoli sono stati resi disponibili nel sito della University of Washington e mi sembrano una lettura poco impegnativa per questo weekend:

Immagine A Cure for AIDS: Jeffrey Laurence ricorda che lo slogan del I dicembre dell'anno scorso era ‘‘The Time to Act Is Now’’ ed era una chiamata all'azione. Lo slogan di quest'anno è ‘‘Access Equity Rights Now’’ - che cosa significa, questo, per la ricerca di una cura?

    Immagine


Immagine Disruption or Excision of Provirus as an Approach to HIV Cure: Keith Jerome analizza le sfide che attendono le endonucleasi prima che questi enzimi dalle grandi promesse riescano concretamente a curare qualcuno dall'infezione da HIV.

    Immagine



Immagine Sarà in vendita su Amazon.it a partire dal I dicembre lo straordinario libro di David France HOW TO SURVIVE A PLAGUE - The Inside Story of How Citizens and Science Tamed AIDS. È la versione in prosa, con tanti più dettagli, del documentario diretto da France nel 2012 e Andrew Sullivan ne ha scritto sul New York Times una recensione molto partecipe, commossa e ancora ferita per i traumi del passato: The AIDS Fight: Andrew Sullivan on a History of the Movement.

    Immagine



Immagine Concludo le mie proposte di lettura per questo weekend segnalando un articolo che è di intenti diametralmente opposti rispetto sia al libro di David France, sia alla recensione di Andrew Sullivan.
In questo caso, il suggerimento è rivolto strettamente solo e soltanto ai lettori appassionati di vite dei santi. Perché solo a loro e non a chiunque passi di qui? Perché per capire l'articolo uscito questa settimana su Newsweek a firma di Winston Ross e intitolato Fighting AIDS: Inside the Hunt for the Elusive HIV Vaccine è necessario avere bene in mente i meccanismi narrativi di un particolare genere letterario: l'agiografia. E non dimenticare che il santo di cui si narrano le gesta è appena stato accusato di truffa, insieme alla sua università, da niente di meno che il Dipartimento della Giustizia del governo degli Stati Uniti.
Chi osasse pensare che l'apologia su Newsweek è una reazione alla divulgazione della notizia della causa U.S. DOJ vs OHSU, sappia che finirà dritto all'inferno.

    Immagine



Buona lettura e buon weekend!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 161 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 17  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010